La felicità aristotelica tra la morte e la sorte: note di commento ad Aristotele Etica Nicomachea I 11

Francesco Verde

Abstract


The following essay focuses on Aristotle’s Nicomachean Ethics I 11; this paper’s aim is to provide a running commentary of this chapter, in which Aristotle deals with important subjects of his ethics, in particular: (1) the problematic relation between happiness, fortune, external goods, and the death; (2) the matter of the possibility (generally held by common and traditional beliefs) of a sort of “communication” between living being’s successes or misfortunes and dead person’s joy or affliction

Il contributo che segue si incentra su Aristotele Etica Nicomachea I 11; lo scopo di questo articolo è fornire un commentario continuo di tale capitolo in cui Aristotele si occupa di temi importanti della sua etica, in particolare: (1) la relazione problematica tra la felicità, la fortuna, i beni esterni e la morte; (2) la questione della possibilità (assunta generalmente dalle credenze comuni e tradizionali) di una sorta di “comunicazione” tra i successi e le sventure di un essere vivente e la gioia o l’afflizione di un defunto


Full Text: PDF

Refbacks

  • There are currently no refbacks.


homepageimage_en_us

Creative Commons License

ISSN 2283-7833

The individual contributions are made available Open Access under the Creative Commons General Public License Attribution, Non-Commercial, Share-Alike version 4 (CCPL BY-NC-SA).
©
The ILIESI-
CNR have the collected works copyright on the printed issues and digital editions of the Journal.
Periodico iscritto al n. 216/2013 del Registro della Stampa del Tribunale Civile di Roma. Direttore responsabile: Antonio Lamarra - Condirettore: Roberto Palaia